Pierluigi Pagliardi

Vivian Maier

Nel 2007 John Maloof, figlio di un rigattiere, ad un’asta acquista per 380 dollari un lotto  (circa 200 casse) ritrovato in un magazzino, sequestrato per mancato pagamento di affitto.
150.000 negativi, 3.000 stampe, centinaia di super8, interviste su audiocassette, giornali e ritagli, scontrini, biglietti, appunti, cappelli, vestiti e molto altro.
E John si chiede: a chi appartenevano? E’ una fotografa famosa? Chi è Vivian Maier?

Inizia così una ricerca che all’inizio non dà frutti; stampa e pubblica qualche foto, che riscuotono i favori del pubblico per la loro qualità, ma nessuno le reclama e nessuno sa chi le ha scattate.
Dopo anni di ricerche, pezzo su pezzo riscostruisce parzialmente la storia di una donna che non aveva amici, non aveva una famiglia, non aveva nessuno, era sola. La fotografia era il suo unico contatto con il mondo.

http://www.vivianmaier.com/